fbpx

Loreto Aprutino

Posto su un rilievo collinare alla sinistra del fiume Tavo, l’abitato si distribuisce sulla pendice meridionale fino alla sommità dove corre l’asse principale, via del Baio, che collega il castello con la chiesa parrocchiale. Il territorio di Loreto Aprutino e l’intera area vestina hanno restituito materiali litici inquadrabili nel Paleolitico superiore e ricollegabili alla più antica frequentazione umana dell’area. Il sito fu abitato da epoca remota come testimoniano le ricerche condotte dal barone Giovanni Battista Leopardi, con lo scavo delle celebri necropoli italiche di Colle Fiorano e Farina-Cardito.

Il toponimo deriva dal latino laurum, lauro con il suffisso collettivo -etum, onde lauretum, «boschetto di lauri». L’aggettivo Aprutino, forma dotta da Aprutium, fu aggiunto con regio decreto nel 1863. Le prime notizie storiche documentate risalgono all’872 quando il gastaldo Allone vende a Romano, Abbate di San Clemente a Casauria, due corti, una presso Tocco da Casauria e l’altra nel Pennese, in località Ocretanum unitamente alle chiese di S. Giusta e S. Florenzio ricevendo in cambio due cavalli e 300 soldi. Dal Catalogus Baronum (1150-1168) risulta che il conte Gozzolino figlio del Rambot tiene il dominio diretto di Loretum.

Nel 1709 venne istituita la festa di San Zopito con la processione in costume dei rappresentanti di associazioni religiose e delle corporazioni delle Arti coprendo, in tre ore, il tragitto che porta dall’abbazia nullius di S. Pietro alla chiesa della Madonna delle Grazie di Fiorano. A San Zopito venne dedicato un “simulacro argenteo”,  conservato nella chiesa madre di San Pietro a Loreto Aprutino, attribuibile al famoso scultore Giuseppe Sanmartino di Napoli o a un suo stretto collaboratore.

Nel 1806 il castello di Loreto viene munito di una doppia cinta muraria ad opera di Giovanni Sermetre, capitano del X reggimento francese, dopo che le preesistenti mura erano state compromesse.

Luoghi d'Interesse: Museo Acerbo Ceramiche di Castelli, Antiquarium “Casamarte”, Museo dell’olio, Oleoteca Regionale, No man’s land, Castello Chiola, Chiesa di San Pietro Apostolo, Chiesa di San Francesco D’Assisi, Chiesa Santa Maria de Recepto, Chiesa di San Biagio, Chiesa Madonna delle Grazie.

Info

Indirizzo: Via Martiri Angolani 4 - 65014 Loreto Aprutino (PE) Italy
Tel: 085 829401
Fax: 085 8291392
P. Iva: 00127900686
Email: protocollo@comune.loretoaprutino.pe.it
PEC: comune.loretoaprutino@pec.it
Sito Web: https://www.comune.loretoaprutino.pe.it/

Orari uffici:

Lunedì: 09:00 – 17:00
Martedì: 09:00 – 17:00
Mercoledì: 09:00 – 17:00
Giovedì: 09:00 – 17:00
Venerdì: 09:00 – 17:00
Sabato: Chiuso
Menu